Immersi
IMMERSI
 
Personale di
 
FRANCO SECCI
 
 

Nel mese di maggio 2015, in contemporanea e all’interno della rassegna “Monumenti Aperti 2015“ della città di Quartu Sant’Elena, l’attività espositiva del centro museale d’arte “QuARTissimo” prosegue con la mostra personale di Franco Secci intitolata “IMMERSI”

“E' un inventario scientifico, stimolante e aperto ad ogni domanda di un qualsiasi spettatore che, incrostato di virtualità tecnologica, stenta, incredulo, a ritenere esistente. Lo spettatore è obbligato a stupirsi nel considerare veri il fluttuare di ogni mossa, la sospensione di ogni probabile guizzo, l'attesa di un momento e l'arrivo di ogni presunto intruso … anche un puer! “ma noi piccoli pesci nasciamo nell'acqua” ci ricorda, già nell'antichità, Tertulliano.” C.S.

Nelle giornate di Monumenti Aperti (23 e 24 Maggio) la mostra sarà illustrata dagli allievi del Liceo Artistico- Scientifico Statale “Brotzu” di Quartu S.Elena (classi 3F e 4F) guidati dalla Prof.ssa Caterina Spiga (responsabile del progetto scolastico) , Andrea G. Aversano e Sandro Giordano (fondatori e responsabili del Centro Museale “QuARTissimo”)

Apertura straordinaria per Monumenti Aperti 2015 orari:

 sabato 23 18:00-20:00;
 
 domenica 24 maggio: con orari previsti dalla manifestazione
 

Inaugurazione: sabato 23 maggio 2015 ore 18:00

A Cura di: Andrea Gennaro Aversano

Testo di presentazione di Caterina Spiga

Periodo mostra: dal 23 maggio al 05 giugno 2015

 orari: lunedì-venerdì dalle 18.00 alle 20.00  chiuso sabato e festivi      

Ingresso Libero

 

 

Immerso
                 

                                                     Imago maris di Franco Secci

                                                           “Il corallo dà il colore,

                                                                    i pesci creano un'atmosfera

                                                                     particolare, l'acqua produce

                                                         uno stato d'animo...

                                                                                                              J. de Caires Taylor

C'è un mondo – quello delle acque marine – che Franco Secci esplora e conosce bene. Un universo fatto di silenzio e di meraviglie che nelle sua pittura risulta essere frutto della scoperta delle sue continue, pazienti immersioni sottomarine che gli fanno scoprire un habitat sconosciuto ai più, popolato di esseri la cui vita l'autore fa affiorare con una naturalezza spiazzante. Dalle tele, di dimensioni importanti, viene esaltato e nello stesso tempo si sprofonda in esse, un mondo animale che l'artista ama definire “immerso” quasi a voler salvaguardare la pacata dimensione e tutelarne la delicatezza nel rispetto di un equilibrio carico di suggestione e mistero.

Ci si dimentica del mare che inghiotte voracemente e rende vittime coloro che lo attraversano cercando salvezza e libertà per una via da sempre a disposizione di popoli e genti che vogliono spostarsi...

“Ricciola”, “Il volo delle corvine”, “Dotto o cernia dorata”, “Polpo”, “Razza”, “Trigone”, “Seppia”, “Caretta”, affiorano dal buio sottomarino sulla tela che li ospita proteggendoli in un alveo d'azzurro abisso e che, quietamente, li esalta dalla profondità alla superficie. La tela li tiene tutti ossigenati in un blu rassicurante e nello stesso tempo spaventoso e conturbante per lo spettatore che è calamitato dalla visione prepotente d'acquario. Mondo in cui i suoi abitanti, nella loro ieratica pastosità di icone sfavillanti, l'autore immobilizza nel fluttuare di giochi cromatici che ammaliano e dominano gli sfondi patinati che diventano liquide cortine rilucenti, mosse da alternanza di luci che drappeggiano cifre coloristiche di armonico astrattismo e luminescenze primo novecentesche che rimandano al Klimt di “Pesci d'oro”.

Quelle di Franco Secci sono tele fotorealiste, super-realiste, di un … rinascimento contemporaneo in cui i cromatismi spessi e arroganti si fanno interpreti di una prorompente vitalità. Il mondo animale non è più da assassinare, la natura non vuole più!

Polpo, cernia, balena, testuggine si atteggiano tutti circospetti e guardinghi, proteggono se stessi e i nascituri. Siamo di fronte a scenari biologici e paesaggi che l'autore rappresenta “scientificamente”, fedelmente tratti da una natura che, ancora per poco, generosamente si dà.

E' un inventario scientifico, stimolante e aperto ad ogni domanda di un qualsiasi spettatore che, incrostato di virtualità tecnologica, stenta, incredulo, a ritenere esistente. Lo spettatore è obbligato a stupirsi nel considerare veri il fluttuare di ogni mossa, la sospensione di ogni probabile guizzo, l'attesa di un momento e l'arrivo di ogni presunto intruso … anche un puer! “ma noi piccoli pesci nasciamo nell'acqua” ci ricorda, già nell'antichità, Tertulliano.

Certo è che Franco Secci si ricorda di stendere un inno alla natura che lo emoziona per la sua bellezza che regala vita, divenendo interprete del suo splendore sotto le onde.

 
 
 
                                                                                                                       Caterina Spiga

 

 


 
 
 
The actual wrist watches tend to be produced in higher quantities these people take advantage of affordable materials in order to replica watches uk. The actual wrist watches tend to be associated with top quality as well as long lasting. They may be put on in order to enhance any kind of ensemble. Along with intro associated with tag heuer replica uk on the market, folks are permitted to possess wrist watches to match their own whole ensemble. Whilst purchasing inexpensive wrist watches, particular elements have to be regarded as. Look for the actual rolex replica uk from the straps. Look for the actual sturdiness associated with additional items within the view as well as examine in the event that they may be changed whenever needed. Following arrives how big the actual call or even the actual hublot replica encounter, it ought to be from the correct dimension to match your arm. It's insufficient that you simply purchase a personal device with regard to interpersonal satisfaction.